Le sale conferenze Motus Animi

lunedì 22 luglio 2013

Gli italiani scelgono la Puglia: Salento, Tremiti e Gargano

Vacanza in Puglia: estate 2013 targata Salento, Tremiti e Gargano

fonte: Foggia Today
Sarà un’estate “A tutta Puglia”, quella del 2013. Non hanno dubbi, al riguardo, gli esperti del centro Studi Touring Club Italiano e quelli dell’Osservatorio Europcar-Doxa che, portando avanti due distinte indagini sugli stili di vacanza degli italiani, sono giunti al risultato che incorona il tacco d’Italia come meta più gettonata per il turismo balneare.
Gli italiani, dunque, quest’anno resteranno in Italia e, se scelgono il mare, verranno in Puglia. La crisi influenza le scelte, certo, ma un dato certo è che circa metà degli italiani andrà in vacanza e il mare resta la destinazione numero uno.
Dai dati raccolti dal Touring emerge, infatti, tra le regioni più gettonate (subito dopo il Trentino-Alto Adige per la montagna, c’è proprio la Puglia (14%), con al primo posto il Salento, seguito da isole Tremiti e Gargano. La Puglia è in testa anche alla classifica delle mete italiane prescelte nell’indagine Europcar-Doxa: sembra sia riuscita a sfuggire all’immagine di una ridotta identità delle altre destinazioni che, agli italiani, “sembrano tutte uguali” e quindi intercambiabili con offerte più vantaggiose. “La Puglia ha saputo imporsi a livello nazionale e internazionale come destinazione top, anche per la qualità dei servizi offerti”,  commenta Barbara Gallucci, autrice di Qui Touring e di un seguitissimo blog.
Uno sguardo alle cifre in possesso di Pugliapromozione da un lato e alla rassegna stampa estera dall’altro conforterebbero questa linea di tendenza più che positiva verso la Puglia, anche da parte del turismo straniero. “La Toscana è stupenda, ma esistono altre regioni altrettanto fantastiche in Italia da esplorare: la Puglia, per esempio”. A scrivere è un giornalista americano sul Telegraph webzine che prosegue raccontando la Puglia come “un luogo autentico, ricco di storia, natura e con un’enogastronomia da urlo”.
Una recente indagine, svolta per conto di Pugliapromozione, dalla società C.R.A. (Customized Research & Analysis) circa le vacanze estive 2013 degli italiani mostra, infatti, come la Puglia goda di un ottimo appeal turistico, con un ottimo livello di penetrazione anche nel mercato europeo. Gli arrivi effettivi dall’estero in Puglia nel 2012 sono cresciuti del 7% rispetto all’anno precedente mentre le presenze sono cresciute del 5%.
Nel panorama internazionale la Puglia sta conquistando un ruolo sempre più importante, soprattutto nelle capitali europee dove campeggia sugli autobus a due piani la campagna di Pugliapromozione “We are in Puglia”. C’è chi, come gli australiani trovano in Puglia “un’atmosfera intima e accogliente” e chi, come i francesi, dalle colonne de “Le Figaro” piuttosto che di “Elle” invitano i connazionali a vivere un’esperienza di viaggio in Puglia; la giornalista spagnola Carmen Prieto sulla rivista “Tapas y Viajes” esalta la dimensione rurale e storico artistica dei borghi pugliesi. E non mancano numerose troupe straniere, come la prestigiosa TVE  spagnola o la Tv di stato giapponese, che filmano la Puglia come un paradiso da esplorare. Per non parlare dei mercati consolidati come la Germania, che si conferma il primo mercato per il turismo incoming dall’estero in Puglia(+15,7% per gli arrivi e +18,5% delle presenze). E ancora i mercati che crescono a due cifre come quello russo (più 40%)  e quelli emergenti come quello israeliano.
“Ciò che trova unanimi i commentatori stranieri  sulla Puglia è racchiuso in un aggettivo: “autentica”- commenta l’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Silvia Godelli – “D’altronde a influenzare la scelta della destinazione, secondo il Touring, sono  la bellezza dei luoghi (l’88% delle risposte), seguita a distanza da una buona offerta culturale (26%) e da un’adeguata proposta enogastronomica (23%). Tutti asset che alla Puglia non mancano, con in più due particolarità uniche: le masserie incastonate in una campagna disseminata di ulivi e un calendario di visite gratuite in cantine, masserie, parchi e beni culturali aperti fino a tarda sera organizzati con Puglia Open Days”.
Il momento sembra, dunque magico per la Puglia, a sentire ciò che “dicono di noi”. Tuttavia le difficoltà non mancano: non è affatto detto che le intenzioni e i desideri di viaggio si trasformino in grandi numeri e soprattutto in flussi ufficiali. Le stesse indagini che pongono la Puglia in testa alle classifiche come meta di viaggio per l’estate 2013 ci dicono che la lunghezza del soggiorno continua a ridursi, attestandosi, per il 2013, intorno ai 7-10 giorni, confermando la tendenza a distribuire i periodi di vacanza in tutto l'anno e a non concentrarli solo in agosto come accadeva in passato. Non solo: la componente economica resta rilevante. Il 10% destinerà meno di 500 euro alle ferie e poco più del 25% spenderà dai 500 ai 1.000 euro. In confronto al 2012, il 24% ha intenzione di spendere di meno, il 16% di più, il 60% la stessa somma.


Potrebbe interessarti:http://www.foggiatoday.it/economia/vacanze-puglia-salento-tremiti-gargano-estate-2013.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/FoggiaToday