lunedì 7 ottobre 2013

Turismo in autunno: XIX edizione di Educational Tour nelle Terre del Negroamaro



Lecce. Si può fare turismo anche dopo l’estate. La quattordicesima edizione dell’Educational tour nelle Terre del Negroamaro per giornalisti nel Salento, lo conferma e rinnova l’impegno e il successo degli eventi precedenti. Questa mattina la presentazione alla stampa presso Palazzo Adorno

Dal mare verde dei vigneti al mare azzurro delle spiagge del Salento. Anche in ottobre si può proporre un pacchetto turistico interessante che parte dai vigneti di Guagnano e San Donaci dove si vendemmia il negroamaro per approdare alle spiagge di Porto Cesareo.

Questo nuovo pacchetto turistico ideato dalla rivista di turismo e cultura del Salento, Spiagge, diretta da Carmen Mancarella e organizzato dal Comune di Guagnano, che per il tramite della Regione Puglia, assessorato al turismo cultura e Mediterraneo, ha ottenuto finanziamenti europei e sarò presentato ad un gruppo di giornalisti nazionali e tour operator internazionali  in un educational tour che si svolgerà tra il 26 e il 30 settembre.

Questa mattina, l’evento è stato presentato alla stampa presso la sala conferenze di  Palazzo Adorno. A prendere parola, tra gli altri, la dirigente del settore turismo, cultura e mediterraneo, Antonietta Riccio. “Far conoscere la cultura e il mondo del vino - spiega la dottoressa Riccio- visitando le cantine e abbinando al vino le nostre spiagge e il nostro mare. E’ questa la chiave vincente per lo sviluppo del territorio e per la sua conoscenza anche in un periodo di destagionalizzazione del turismo. Lavorare sull’identità del territorio è fondamentale, soprattutto a Settembre, in uno dei suoi momenti più belli, puntando sul vino e sule nostre cantine che rappresentano una realtà economica sostenibile che non va mai a discapito del territorio”.
L’educational tour rappresenta un viaggio affascinante tra le bellezze della nostra terra, offrendo a visitatori di riguardo un’ospitalità che difficilmente potrà essere dimenticata.

Il pacchetto vede l’utilizzazione di fondi europei P.O., grazie alla Regione Puglia, assessorato al turismo, cultura e Mediterraneo.