Le sale conferenze Motus Animi

venerdì 6 dicembre 2013

Sul National Geographic il turismo made in Puglia


fonte: Resto al Sud
La Puglia finisce ai vertici della classica dei “Best Trips” stilata per il prossimo anno da National Geographic. La lista “riflette quanto di autentico, culturalmente ricco, favorevole al benessere mentale e fisico e naturalmente superlativo esiste nel mondo da visitare oggi”, spiegano proprio gli autori della speciale classifica. Ma la Puglia figura al secondo posto anche su “Lonely Planet” (la guida commerciale più venduta al mondo) tra i luoghi più interessanti da visitare per il prossimo anno.
Il New York Post, nell’articolo “Italy’s magical Puglia region”, ha elogiato la Puglia come una terra magica, “un po’ più rustica di altre parti dell’Italia. Le sue maggiori città, come Bari, Lecce e Trani sono molto più piccole e meno colme di turisti di Milano e Venezia, ma si possono assaggiare alcuni vini di qualità per niente costosi, in una regione che è la terza produttrice di vini e conta ben trenta diverse qualità di uve autoctone“.
I vertici della Regione sono soddisfatti per questo riconoscimento internazionale al valore turistico del territorio. Per l’assessore al Turismo Silvia Godelli, in particolare, “questi prestigiosi riconoscimenti internazionali hanno uno straordinario valore dal punto di vista della comunicazione e dell’immagine. La Puglia va a raccogliere i frutti di un lavoro intenso, che richiede molto impegno per lanciare con efficacia il brand sui mercati esteri: la Puglia come terra dove è possibile vivere un’esperienza unica, non solo per il suo mare, i suoi borghi, la sua dimensione rurale e moderna insieme, i suoi castelli e le cattedrali, ma soprattutto per la sua autenticità e la sua enogastronomia. Faremo sì – ha concluso l’assessore – che questi riconoscimenti si trasformino in numeri importanti in termini di arrivi e presenze turistiche”.