mercoledì 5 febbraio 2014

Puglia, nuove regole per il turismo


BARI – Il turismo pugliese cambia regole. Le nuove, sono quelle contenute nel disegno di legge approvato oggi a maggioranza in IV Commissione regionale presieduta da Orazio Schiavone

L'assessora al ramo Silvia Godelli ha illustrato l'iniziativa legislativa sottolineando gli aspetti più significativi delle modifiche contenute nel disegno di legge. 

È stata introdotta la Scia (segnalazione certificata inizio attività) che sostituisce l'autorizzazione per l'apertura delle agenzie di viaggio e turismo rilasciata dalle province. Evidenziata anche l'assoluta competenza esclusiva delle stesse agenzie in merito a determinate attività, anche a tutela del cliente-consumatore. 

Un'altra modifica riguarda i b&b. Nella legge in vigore che regola questa tipologia di strutture ricettive sono previsti degli standard relativi alla superficie delle camere. Con la modifica approvata si esonerano da queste regole quelle strutture situate nei centri storici che hanno configurazioni particolari e soprattutto quelle strutture ricettive che sono riconducibili alla identità del territorio (i trulli per esempio). 

Infine, l'attività extralberghiera di affittacamere deve essere fornita in forma professionale e continuativa e può essere svolta con un profilo complementare all'esercizio del ristoro.