Le sale conferenze Motus Animi

mercoledì 3 febbraio 2016

Turismo, Matera e Lecce nelle top ten delle mete turistiche su Trivago: la città dei Sassi è seconda


fonte: Repubblica

Lecce è fra le prime dieci mete turistiche nella Global Reputation Ranking di Trivago: conquista la sesta posizione nella classifica mondiale stilata dall'osservatorio del metamotore di ricerca Trivago, che ha analizzato oltre 200 milioni di recensioni pubblicate su più di 250 siti di prenotazione attribuendo un coefficiente con soglia massima 100 a ogni destinazione. 
E' quanto viene rimarcato in una nota di Pugliapromozione. L'Italia ne esce alla grande con quattro mete fra le prime dieci al mondo premiate per i migliori giudizi e i più lusinghieri commenti incassati sui siti di prenotazione e di recensioni, sia rispetto alle loro attrattive sia al livello delle strutture ricettive. 
Per la prima volta entra in classifica Matera, conquistando subito il secondo posto dopo la turca Göreme, in Cappadocia, con 87,48 punti. San Gimignano (terzo posto), Lecce (sesto posto) e Sorrento (nono posto) completano il trionfo tricolore. "Il sesto posto in classifica della città di Lecce è un riconoscimento che fa onore alla Puglia e all'Italia" - rimarca l'assessore all'Industria culturale e turistica della Regione Puglia, Loredana Capone - Il fascino del capoluogo salentino è in tendenza con il desiderio sempre più forte dei viaggiatori di fare esperienze di viaggio in borghi e città d'arte che conservano la loro autenticità, pur essendo ormai allineati nella sperimentazione di nuove forme di fruizione del territorio e dei beni culturali. 
La Puglia è ricca di luoghi dove la tradizione, religiosa, culinaria o artigianale, è ancora vera e viene sentita in modo molto forte e coinvolgente. Ma nello stesso si tratta di luoghi contemporanei e moderni in cui storia e tradizione vengono continuamente rivisitate per rivolgersi ad un pubblico sempre più esigente e internazionale. Lecce sicuramente rappresenta una delle perle più preziose in questo scenario regionale e italiano".