mercoledì 28 dicembre 2016

Lecce regina del turismo anche a Natale, tra presepi viventi e appuntamenti da non perdere

Il capoluogo salentino si conferma meta prescelta per le vacanze. In città tutto esaurito, mentre la provincia offre eventi suggestivi

“Buongiorno, è possibile prenotare una camera?” No, signore, è tutto esaurito”. Questo il dialogo tra chi chiama gli hotel e i B&B a Lecce e la reception delle strutture ricettive nei giorni che hanno preceduto il Natale 2016 e quelli immediatamente successivi. Sì, perché Lecce si conferma nell’Olimpo delle mete più scelte per le feste ancora in corso. La Capitale del Barocco che sorge in Salento è tra le più ricercate non soltanto sul web (vedi la classifica di Google Zeitgeist 2016 che piazza Lecce al terzo posto tra le parole chiave più digitate nel 2016 sul motore di ricerca più famoso), ma anche sulle guide turistiche che si sfogliano alla ricerca di un bel posto dove andare a trascorrere i giorni di ferie, almeno per chi se lo può permettere.

Lecce meta preferita tra le "preferite"

L’onda dell’entusiasmo “turistico” non accenna a placarsi, nemmeno dopo il trionfo di Matera nella competizione per Capitale della Cultura 2019 che avrebbe battuto sul filo di lana il capoluogo salentino. Le strutture ricettive son tutte piene e, a guardare i visitatori che affollano il centro storico oltre che le strade cittadine, non è difficile da credere. Del resto, l’offerta è alta tra alberghi a 4 e 5 stelle che sorgono sul territorio e numerosi bed and breakfast nati un po’ ovunque, soprattutto nel cuore della città.

L'offerta in provincia

In provincia la tradizione attira senza interruzione tra presepi artistici e presepi viventi, da Strudà a Caprarica di Lecce, da Vignacastrisi a Tricase. E poi i villaggi natalizi che fanno la gioia di grandi e piccini tra mercatini, laboratori a tema e piste di ghiaccio, da Gallipoli a Otranto, da Nardò a Galatina. Insomma, in Salento non ci si ferma mai, soprattutto in periodi di festa. E anche quando si pensa che l’Epifania tutte le feste abbia portato via, si sbaglia: il 16 gennaio 2017 Novoli vi aspetta con l’accensione della Pira più famosa d’Italia e d’Europa per le sue dimensioni ma soprattutto per il suo carico di storia e tradizioni. Parliamo della Fòcara intorno al cui fuoco girano un’infinità di eventi. #eventinatalizi