Le sale conferenze Motus Animi

martedì 20 novembre 2018

V CONVEGNO DI GASTROENTEROLOGIA ONCOLOGICA, Galatina 14-15 dicembre 2018




V CONVEGNO 
DI GASTROENTEROLOGIA ONCOLOGICA 

Luogo: Hotel Hermitage, Galatina 
Data: 14-15 Dicembre 2018

Comitato Scientifico: Sergio Mancarella, Donato De Giorgi
N. Partecipanti: 100

Destinatari dell’iniziativa: Medici Chirurghi (Specialisti in radiologia, chirurgia generale, ginecologia, medicina nucleare, radioterapia, oncologia, anatomia patologica, Medicina interna, Medici di Medicina Generale), Infermieri.


PROGRAMMA SCIENTIFICO

14 DICEMBRE 2018

13.30 Registrazione partecipanti e caffè di benvenuto

14.00 Presentazione del Corso:
S. Mancarella, D. De Giorgi

14.30 Saluto delle Autorità

SESSIONE I

Early gastric cancer. Complicanze della malattia e della terapia

Moderatori: L. Allegretta, C. Olla

14.45 Epidemiologia dei tumori gastrici e colorettali nel Salento
F. Quarta

15.00 Il ruolo della clinica e dell'endoscopia
S. Chiri 

15.20 Il ruolo del patologo
G. Serio

15.40 Il ruolo del chirurgo. Reinterventi precoci
O. Potì


SESSIONE II

Le emergenze in oncologia: ruolo della medicina palliativa e di supporto

Moderatori: S. Mancarella, R. Luci

16.00 Il versamento pericardico neoplastico: ruolo del cardiologo
A. Amico

16.20 La radioterapia di palliazione nelle sindromi da compressione
E. Cavalera

16.40 Le complicanze infettive dei cateteri venosi: ruolo dell'infettivologo
A. Romano

17.00 La tossicità midollare da trattamento antineoplastico, ruolo dei fattori di crescita
S. Mancarella

17.20 Discussione


SESSIONE III

Il cancro gastrico loc. avanzato/avanzato

Moderatori: V. Lorusso, RC Forcignanò

17.40 Il ruolo del chirurgo nelle complicanze
D. De Giorgi

18.00 Trattamenti integrati. Radioterapia: sequele e complicanze
D. Russo

18.20 Il ruolo della chemioterapia neoadiuvante
E. Tamburini

18.40 Immunoterapia: quali prospettive, quali problematiche
M. Guida

19.00 Strategie e sequenze terapeutiche nella malattia metastatica
O. Brunetti

19.15 Il trattamento chirurgico delle metastasi epatiche sincrone da ca rettale. Complicanze e reinterventi
M. Spampinato

19.30 Discussione

Chiusura prima giornata congressuale


15 DICEMBRE 2018

08.30 Registrazione partecipanti e caffè di benvenuto

SESSIONE IV

La chirurgia bariatrica

Moderatori G. Surace

09.00 Complicanze
G. Mottillo

09.15 Reinterventi
G. Sciannamea

09.30 Trattamenti secondari
D. De Giorgi

10.00 Metabolismo prima e dopo chirurgia bariatrica
M. Graziuso

10.15 Discussione

SESSIONE V Epidemiologia dei tumori nel Salento

Moderatori: A. Liguori, G. Tundo

10.30 Stato dell'arte nell'assistenza oncologica territoriale nella ASL Lecce
R. Rollo

10.45 Stato dell'arte nell'assistenza oncologica territoriale nel DSS di Galatina
C. Esposito

11.00 Assistenza domiciliare sul territorio: ruolo del medico di medicina generale
A. G. De Maria 

11.15 Discussione

SESSIONE VI Attuali controversie nel trattamento dei tumori del colon retto

Moderatori S. Mancarella, G. Romano

11.30 La caratterizzazione biomolecolare delle neoplasie colorettali
M.M. Galante

11.45 L'imaging nella stadiazione preoperatoria
I. Zecca

12.00 La chirurgia del carcinoma rettale dopo trattamento neoadiuvante. Complicanze e sequele
D. De Giorgi  

12.15 Il ruolo del team multidisciplinare nel trattamento dei secondarismi epatici da ca colorettale
M. Viola, E. Tamburini

12.30 Algoritmo terapeutico nel carcinoma colorettale avanzato
S. Mancarella

12.45 DISCUSSIONE sugli argomenti trattati nella precedente sessione


13.00 Test ECM e CONCLUSIONE DEI LAVORI

RAZIONALE SCIENTIFICO

L'incidenza del trattamento del colon retto e in aumento nel Salento. E importante a questo punto una corretta informazione alla popolazione riguardo le cause della eziopatogenesi neoplastica e quindi assicurare la popolazione un corretto screening al fine di identificare la neoplasie in stato precoce e quindi più facilmente guaribili con le attuali possibilità terapeutiche:

Chirurgia, chemioterapie ed immunoterapia, radioterapia, e moderne tecniche di analisi molecolare.

Anche quando la neoplasia si presenta avanzata ad inizio una notevole percentuale dei pazienti, attorno al 60 70%, e ancora guaribile con le moderne strategie terapeutiche.