Le sale conferenze Motus Animi

mercoledì 10 aprile 2019

GESTIONE OLISTICA DELLA PATOLOGIA CUTANEA CRONICA, 25 maggio 2019 - Martina Franca


GESTIONE OLISTICA DELLA PATOLOGIA CUTANEA CRONICA (PSORIASI) 

Luogo: Park Hotel San Michele, Martina Franca 
Data: 25 maggio 2019

Presidente: Dr. F. Loconsole
Responsabile Scientifico: Dr. A. Carpentieri
N. Partecipanti: 100
Destinatari dell’iniziativa: Medici Chirurghi specialisti in Medicina Generale, Dermatologia e Venereologia, Farmacisti.


Programma scientifico

08:30 Registrazione partecipanti

I SESSIONE: GESTIONE TECNICO-NORMATIVA DELLA PSORIASI
Introduzione e moderazione: A. Bandiera, A. Carpentieri

09:00 Sistema Sanitario Nazionale e gestione clinica della psoriasi

F. Loconsole

10:00 Aspetti tecnico-normativi ed economici dei farmaci biosimilari

R. Silvestris

11:00 Farmaci biotecnologici e sostenibilità: lezioni dal caso della psoriasi

F. Spandonaro

11.30 Medicina di Precisione in dermatologia: problematiche e prospettive

M. Congedo

12:00 Discussione

12:30 Light lunch

II SESSIONE: PSORIASI E NOVITÀ TERAPEUTICHE
Introduzione e moderazione: F. Loconsole, R. Silvestris

13:30 Esperienza clinica con Omalizumab in orticaria cronica

R. Panebianco

14:00 Terapia con “small molecules” (dimetilfumarato)

A. Carpentieri

15:00 Aspetti innovativi dell’Ab anti-IL 17 (Secukinumab)

A. Bosco, F. Loconsole

16:00 Novità in tema di terapia: Ab anti-IL23

A. Carpentieri

17:00 Terapia immunosoppressiva e rischio oncologico

M.I. De Marco

17.30 Psoriasi e comorbidità

A. Pugliese

18:00 Discussione

19:00 Conclusione dei lavori e consegna questionario ECM 

RAZIONALE 
Il Sistema Sanitario Italiano (SSN) è efficace ed efficiente, spendiamo il 36,8% in meno rispetto ai Paesi dell’UE, tuttavia rimangono delle zone d’ombra. Per il 5,5% delle famiglie curarsi è un lusso e questo fenomeno risulta più marcato al sud. L’Italia presenta esiti migliori rispetto agli altri Paesi, ma un sistema sanitario universalistico come il nostro si misura prima di tutto con l’equità. Prosegue il definanziamento a causa di un’assente percezione di incentivazione allo sviluppo e alla mancanza di una conseguente manovra economica dichiaratamente espansiva in un settore che rappresenta la terza industria del Paese, che incide sul 10,7 del PIL e sul 10% dell’occupazione. Manca sostanzialmente una visione più industriale del sistema. Permangono degli elementi di attenzione su liste d’attesa, personale e governance del farmaco. In riferimento a quest’ultimo, stante il ripiano 6,9% della spesa effettiva, nonostante la spesa mediamente più bassa rispetto ai paesi UE e malgrado i vari sistemi di scontistica, occorre una più oculata politica industriale in questo settore. In ultima analisi, considerando i rapporti stato regioni, per continuare ad avere un SSN, con ormai 40 anni di vita, forte e integro, è necessaria una forte coesione ed un meccanismo redistributivo più attento alle sperequazioni.

La terapia con farmaci “small molecules” di recente immissione in commercio (dimetilfumarato), consente la gestione terapeutica di pazienti complessi a basso costo, con conseguente incremento di risorse per la cura di una patologia cronica in continua evoluzione clinica e biologica per le costanti connessioni della dermatosi con numerose patologie di carattere internistico.

I farmaci biosimilari per il trattamento della psoriasi non hanno più come destinatari privilegiati solo i pazienti "naive", ma sono considerati di fatto «intercambiabili» rispetto agli originator. Quindi un'opzione terapeutica a basso costo (con risparmi tra il 20 e il 50 per cento), che può garantire l'accesso alle cure a un numero maggiore di pazienti, più concorrenza sul mercato e una potenziale riduzione dei costi sanitari. Il farmaco biosimilare è quindi un farmaco nuovo, ma senza caratteristiche di innovazione: per la sua immissione in commercio è sufficiente che dimostri pari sicurezza ed efficacia rispetto al farmaco biologico originale. Per quanto la disponibilità di farmaci biosimilari permetta una maggiore diffusione delle terapie biologiche grazie alla significativa riduzione del costo, non va dimenticato che non si tratta di una copia esatta dell’originale.

I farmaci biologici anti-IL (IL 17 e IL 23) per la terapia della psoriasi hanno stravolto la gestione della dermatosi, rinnovando completamente la gestione clinica di forme complesse della patologia e la qualità di vita dei pazienti, con interessanti riscontri persino in ambito farmacoeconomico.

Anche l’orticaria cronica spontanea, altra dermatosi cronica, dispone di trattamento specifico biotecnologico, in merito saranno discussi i criteri necessari per la corretta prescrizione del farmaco (Omalizumab) e la gestione clinica dei pazienti.

Obiettivo dell’evento congressuale è definire un razionale che permetta al sanitario di gestire correttamente, a seconda dello specifico caso in osservazione, un iter terapeutico che soddisfi gli aspetti clinici, farmacoeconomici e di vita personale del paziente.