Le sale conferenze Motus Animi

lunedì 19 ottobre 2020

LIVE WEBINAR “La stabilizzazione del neonato critico e lo STEN (Servizio di Trasporto di Emergenza Neonatale)”

Data Evento: 3 Novembre 2020
Sede piattaforma: www.motusanimifad.com
Sede fisica del Provider: via Salvatore Trinchese 95/A, Lecce
Responsabile scientifico: N. Laforgia
N. Partecipanti: 80
Destinatari dell’iniziativa:
Medici specialisti in Pediatria, Neonatologia, Infermieri ed Ostetriche 



Ore 9.30 Presentazione del corso e obiettivi formativi
Prof. Nicola LAFORGIA, Dott. Vincenzo FORZIATI (Presidente SIN Puglia Basilicata)

Ore 10.00 I principi generali e l’attivazione dello STEN
Relatore: Dott. Michele RANA

Ore 10.30 La cartella clinica dello STEN…. e non solo
Relatore:  Dott. Alessandro GRASSI

Ore 11.00 Discussione  

Ore 11.30 Assistenza in sala parto al neonato a termine
Relatore:  Prof. Federico SCHETTINI – Dott.ssa Manuela CAPOZZA

Ore 12.00 Assistenza in sala parto al neonato prematuro
Relatore: Dott. Michele QUERCIA - Dott. Fabio RUSSO

Ore 12.30 Discussione

Ore 15.00 Stabilizzazione del neonato asfittico
Relatore: Dott.ssa Grazia LADISA - Dott.ssa Sabrina LOPRIENO

Ore 15.30 Stabilizzazione del neonato con sospetta cardiopatia congenita
Relatore: Dott.ssa Grazia CALDERONI – Dott.ssa Giovanna FAVIA GUARNIERI
 
Ore 16.00 Discussione

Ore 16.30 Problematiche metaboliche
Relatore: Dott.ssa Lucrezia DE COSMO- Dott.ssa Donatella CAPODIFERRO

Ore 17.00 Problematiche chirurgiche
Relatore: Dott.ssa Alessandra FOGLIANESE – Dr.ssa Antonella FILANNINO

Ore 17.30 Discussione

18.00 La nutrizione del neonato patologico dopo stabilizzazione
Prof.ssa Maria Elisabetta BALDASSARRE

Ore 18.30 Conclusione lavori e sintesi 
Prof. Nicola LAFORGIA

RAZIONALE SCIENTIFICO

Il miglioramento delle cure perinatali e lo sviluppo della Terapia Intensiva Neonatale (TIN) hanno determinato una significativa riduzione della mortalità e della morbilità perinatale.
In particolare, si è assistito a un progressivo miglioramento della prognosi dei neonati ad alto rischio, soprattutto dei nati pretermine di peso estremamente basso, per i quali, e vi sono molti dati scientifici a supporto, un’assistenza adeguata immediatamente dopo la nascita, è fondamentale. 
Analogo discorso riguarda il neonato asfittico, per il quale è altrettanto decisiva l’adeguatezza dell’assistenza neonatale.
Non sempre le problematiche del neonato sono prevenibili da un attento screening della gravidanza e un certo numero di eventi interviene ancora oggi in modo inatteso.
La migliore organizzazione assistenziale che prevede il trasferimento presso ospedali di II livello delle gravide “a rischio” (il “trasporto in utero” che rimane l’opzione più sicura e raccomandabile), non può comunque azzerare il trasferimento del neonato dopo la nascita.
Infatti, una percentuale di neonati, variabile tra il 2% ed il 4%, può necessitare di rianimazione neonatale e di cure intensive.
Scopo dell’evento è quello di diffondere le procedure di stabilizzazione del neonato e delle tecniche aggiornate di rianimazione neonatale per garantirgli le condizioni migliori in attesa dell’intervento del Sistema di Trasporto di Emergenza Neonatale, le cui indicazioni e regole verranno anche ribadite con dati sul percorso fatto dal momento della sua implementazione in Puglia.